Intervista a Giuseppe Mandile, abilissimo designer napoletano di gioielli

Incontro con Giuseppe Mandile, abile designer di gioielli, apprezzato per il suo essere originale e decisamente non convenzionale.

Giuseppe Mandile, abilissimo designer di gioielli, ci ha raccontato della storia della sua azienda, nata nel 1922 grazie al nonno Giuseppe (da cui il nome) incisore di cammei. “Purtroppo non ho avuto modo di conoscere mio nonno. Da piccolo sono sempre stato attratto dai dettagli dei cammei della nostra gioielleria. Li contemplavo rapito, nei loro straordinari dettagli, con la lente d’ingrandimento. Mi ha sempre affascinato l’aspetto artigianale di questo lavoro, ma non riuscivo a sposare il cammeo come idea. Dopo la maturità ho approfondito maggiormente le tecniche di design di gioielli,  attraverso un ottimo istituto frequentato a Roma. Esperienza che mi ha aperto moltissimo la mente.”

Giuseppe Mandile ha le idee chiarissime sulle creazioni che ama proporre alla sua folta schiera di clienti: “Il gioiello che amo creare ha peso e consistenza materica. Lavoro principalmente con argento e bronzo. Le mie creazioni sono votate alla non convenzionalità, al di fuori di ogni standard. Non amo che l’oggetto sia troppo lucido, desidero abbia le caratteristiche di un oggetto tanto inusuale quanto vissuto. Altra caratteristica dei miei gioielli come collane, anelli, pendenti, sono gli elementi mobili, giacchè amo tutto ciò che è meccanico. Curo molto l’aspetto creativo e produttivo delle mie creazioni, a partire dalla fusione. Sono fierissimo della mia collezione “Galaxias”, di evocazione primordiale ma moderna allo stesso tempo,  caratterizzata da forme particolarissime e materia grezza.”

Giuseppe crede tanto nella comunicazione sul Web: “La mia politica è quella dei piccoli passi. Conta tantissimo fare anche un solo piccolo passo al giorno. Mai arretrare, mai mollare. Investo con decisione nel Web da qualche anno. Trovo molto stimolante informare debitamente l’utenza rispetto alle caratteristiche peculiari delle mie creazioni. Bisogna abituare con pazienza e dedizione, chi ci segue, all’originalità, al nuovo, all’innovazione. Utilizzati nel mondo giusto, i social, hanno grande efficacia.”

Articolo completo su crono.news

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *